Logo Allmyblog
Logo Allmyblog
Lien de l'article    

BATTERIEADATTATORE

Contacter l'auteur de ce blog

5 DERNIERS ARTICLES
- 4 errori da evitare con la batteria del vostro smartphone
- 10 smartphone con la migliore batteria
- La batteria non funziona? Non cambiare telefono
- Lunga vita alla batteria del tuo cellulare
- hello world
Sommaire

CALENDRIER
LunMarMerJeuVenSamDim
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
<< Janvier >>

BLOGS FAVORIS
Ajouter batterieadattatore à vos favoris
 4 errori da evitare con la batteria del vostro smartphone Alerter l'administrateur Recommander à un ami Lien de l'article 

La batteria è un componente cruciale in uno smartphone. Mentre aspettiamo che i brand produttori trovino il modo di prolungarne l’autonomia, vi sono alcuni accorgimenti che possiamo prendere per evitare di comprometterne la durata sul lungo periodo.

Gli smartphone con la migliore batteria
Come calibrare la batteria del vostro Android per rimetterla in vita

Premessa
Le batterie al litio incorporate nella maggior parte degli smartphone hanno un ciclo di vita di circa due anni ma un utilizzo scorretto può ridurne notevolmente la durata. Ad influenzarne la vita sono principalmente due fattori: le alte temperature e la modalità di carica/scaricamento. Vi sono però anche delle altre variabili che ovviamente entrano in gioco e, proprio per questo, la degradazione delle batterie al litio non è un processo lineare. Mentre alcuni ricercatori cercano di trovare un degno successore al litio (quelle al sodio sembrano essere delle valide alternative) ecco alcuni accorgimenti che vale la pena considerare.

1. Evitate di fare surriscaldare eccessivamente lo smartphone
Il calore è uno dei peggiori nemici delle batterie. Assicuratevi quindi che il vostro smartphone non si surriscaldi in modo preoccupante. I surriscaldamenti possono essere motivati da un utilizzo intensivo del dispositivo o dalla semplice esposizione a fonti di calore.

I giochi impegnativi, da un punto di vista grafico, possono generare surriscaldamenti della scocca: se il pannello posteriore si surriscalda leggermente non preoccupatevi, è normale. Se però inizia a scottare chiudete l’app e aspettate che lo smartphone si sfreddi. In linea generale, mantenere basse le temperature dello smartphone, evitando di esporlo alla luce diretta del sole estivo o ad altre fonti di calore, renderà il vostro dispositivo più scattante. Uno degli errori più diffusi è quello di lasciare lo smartphone sul cruscotto della macchina esposto alla luce diretta del sole d'estate, di tenerlo vicino ai fornelli mentre si cucina o di metterlo in carica all'interno della sua cover.

Tenete a bada i bollenti spiriti del vostro smartphone

2. Non usate lo smartphone durante la carica
Tutti hanno bisogno di riposo, smartphone compresi. Almeno durante la carica lasciatelo vivere serenamente! Non stressatelo giocando a Asphalt 8, chattando su WhatsApp con i vostri amici o guardando l'ultima puntata di Shameless o ne farete salire la temperatura. Potete continuare a dare uno sguardo veloce alle notifiche o ai messaggi ricevuti senza sottoporlo ad uno sforzo eccessivo: l'innalzamento della temperatura, come specificato sopra, influenza l’autonomia della batteria ed incide sulle prestazioni generali dello smartphone.

I migliori trucchi per risparmiare batteria su Android

3. Fate attenzione alle percentuali di carica
Nel profondo del vostro cuore ogni tanto rimpiangete il vecchio ed indistruttibile Nokia 3310? Basta parlare del passato e concentratevi piuttosto sul vostro smartphone: un'importante regola da tenere a mente è che sarebbe meglio non caricare e far scaricare completamente la batteria dello smartphone.

Il Nokia 3310 torna in Italia: ecco dove comprarlo
Alcuni studi, come quello della Battery University o della ResearchGate, hanno evidenziato come scaricare completamente la batteria in modo regolare incida sul ciclo di vita della batteria stessa: si parla di 300-500 cicli di una batteria completamente scarica rispetto ai 1000-2500 cicli garantiti invece da una batteria che viene generalmente caricata quando raggiunge il 20-50%. L’ideale sarebbe mettere mano al caricabatterie già quando raggiunge il 15 o il 20% e staccarlo quando raggiunge l’80%. Le batterie agli ioni di litio fortunatamente non sono soggette all'effetto memoria (non ricordano quindi la capacità energetica registrata nella precedente carica) ma sul lungo periodo risentono dei bassi voltaggi.

Quanto è importante la batteria removibile in uno smartphone Android?

4. Utilizzare un caricatore non adeguato
Prima di tutto vi sconsiglio caricabatteria tarocchi o non originali. Nella confezione di acquisto del vostro smartphone troverete sicuramente un caricatore incluso (generalmente dispongono di connettore micro USB o Tipo C in quelli più recenti) caratterizzato da uno specifico amperaggio.

Caricare lo smartphone con un caricabatterie diverso da quello incluso nella confezione non farà scattare un meccanismo di autodistruzione, ma è sempre meglio affidarsi al caricatore pensato per quello specifico dispositivo per evitare danni, rallentamenti nel processo di ricarica o pericolosi surriscaldamenti. In caso contrario, verificate sempre che l'amperaggio del caricatore che state utilizzando corrisponda a quello in dotazione.

Gestite al meglio l'autonomia della batteria con queste app

  Aucun commentaire | Ecrire un nouveau commentaire Posté le 12-02-2018 à 09h43

 10 smartphone con la migliore batteria Alerter l'administrateur Recommander à un ami Lien de l'article 

Come non dipendere costantemente dal caricatore e per arrivare senza pensieri a un giorno e mezzo di uso intensivo? Abbiamo scelto dieci modelli tra le marche più famose, una top 10 di terminali dalla super autonomia

Iniziare la giornata all’alba e telefonare, messaggiare, scattare foto o video, giocare e navigare sul web fino alla buonanotte, con addirittura un po’ di carica sufficiente anche per il giorno dopo. Bello, no? Se è vero che è proprio la batteria il componente che deve ancora fare il salto di qualità, nel confronto con la crescita esponenziale dell’altro hardware, è altrettanto vero che tra i top di gamma o tra i cellulari matusalemme, ci sono diversi modelli da record.

Ne abbiamo scelti dieci, per una classica top 10 e li abbiamo ordinati per capacità ossia per mAh (milliamperora) ma una premessa è doverosa: non è automatico che un alto valore corrisponda per forza a un’autonomia eccelsa. Al contrario, molti dispositivi sopravvivono a usi impegnativi grazie a una maggiore ottimizzazione di consumi.

ASUS ZENFONE 4 MAX (5000 mAh)

Uno dei campioni e tra i migliori smartphone per batteria è la proposta taiwanese della recente gamma Zenfone 4, grazie a un pacco batteria consistente da 5000mAh per 46 giorni in standby, 40 ore in conversazione e 22 ore di riproduzione video.

Questo modello è dotato della suite di tecnologie proprietarie Asus PowerMaster tra le quali anche il reverse-charging per utilizzare lo smartphone come battery pack per ricaricare addirittura altri cellulari. Inoltre, è presente la funzionalità di durata doppia della batteria, per caricarla completamente (fino al 100%) e scaricarla (fino allo 0%) per 500 volte in un ambiente a temperatura di 25 gradi centigradi per ridurre drasticamente la perdita di capacità.

La scheda tecnica è di medio-alto range con SoC Snapdragon 430 octa-core con fino a 4GB Ram, display 5.5 pollici FHD e doppia fotocamera posteriore. In alternativa, Asus Zenfone 3 Zoom offre un’autonomia paragonabile e caratteristiche diverse come lo zoom ottico per la fotocamera.

CAT S41 (5000 mAh)

Cat S41 è tra i migliori smartphone per batteria nel segmento da cantiere o da vita outdoor spinta, come edulcorato dal brand specializzato in mezzi pesanti. Questo smartphone Android indistruttibile, impermeabile, ultraresistente è dotato di una batteria di alta capacità, anche questa è da 5000mAh, dichiarando fino a 44 giorni in standby e 38 ore in conversazione e mettendo sul piatto la funzione di reverse charging. Come da certificazione militare 810G, può cadere da 1.8 metri su cemento senza problemi, immergersi fino a 2 metri per un’ora e non teme sabbia o polvere. Lo schermo è un FHD da 5 pollici, le fotocamere da 13MP sul retro e 8MP sul fronte e il processore un Mediatek P20 MT6757 Octacore. Nonostante tutto, rimane anche abbastanza tascabile con uno spessore sotto i 13 mm e un peso di 218 grammi. In alternativa, CAT S60 è altrettanto duraturo ed è il primo smartphone al mondo con fotocamera termica integrata.

MOTO E4 PLUS (5000 mAh)

Nella fascia bassa di prestazioni e prezzo il più interessante è Moto E4 Plus. Con circa 130 euro ci si porta a casa uno smartphone Lenovo da 5000mAh in grado di durare senza problemi due giorni di pien(issim)o uso. Non è un rugged come il Cat e non ha le stesse tecnologie dell’Asus, ma costa circa tre volte meno dei colleghi puntando su componenti essenziali come uno schermo da 5.5 pollici HD, fotocamera da 13 e 5MP, processore entry quad core da 1.3GHz e supporto della rete 4G.

HUAWEI MATE 10 PRO (4000 mAh)

Tra gli ultimi top di gamma ufficializzati, Huawei Mate 10 Pro è senza dubbio quello con batteria migliore, da 4000mAh. L’autonomia è uno dei fiori all’occhiello del phablet da 6 pollici in 18:9 del colosso cinese, grazie alla ricarica veloce (certificata TUV Rheinland) dichiara appena 20 minuti collegato alla corrente per raggiungere un giorno di autonomia. La gestione smart dei consumi alloca le risorse del dispositivo in modo da ridurre drasticamente gli sprechi e ottimizzare la vita. Mate 10 Pro è un vero portento, con la scocca waterproof, SoC Kirin 970 proprietario con chip neuronale per l’intelligenza artificiale e doppia fotocamera Leica con apertura luminosa da f/1.6.

BLACKBERRY MOTION (4000 mAh)

Per i nostalgici della defunta RIM, società canadese che per prima cavalcava l’onda degli smartphone con i gloriosi Blackberry, Motion è uno smartphone pensato per chi cerca prestazioni e eleganza. Questo terminale, realizzato dai cinesi di Tcl, avrà pure dei punti deboli ben noti come una fotocamera non così entusiasmante, ma al contempo offre un’autonomia davvero solida ed è tra i migliori smartphone per batteria. Il pacco da 4000mAh, infatti, sostiene due giorni di uso molto intensivo senza problemi, una rarità al giorno d’oggi. Abbastanza ingombrante, monta uno schermo da 5.5 pollici FHD, SoC Snapdragon 625 con 4GB Ram ed è waterproof (IP67).

RAZER PHONE (4000 mAh)

Uno smartphone votato a videogames e alla fruizione di audio in alta qualità come Razer Phone non poteva che garantire un’esperienza soddisfacente soltanto con una batteria all’altezza. E i 4000mAh messi sul piatto fanno il loro lavoro superando la giornata anche con uso killer per ogni rivale, alle medesime condizioni. La scheda di questo modello è di ottimo livello grazie allo Snapdragon 835 con 8GB Ram, doppia fotocamera da 12MP sul retro e, soprattutto, altoparlanti che pompano e uno schermo da 5.7 pollici Quad HD in grado di spingersi fino a 120Hz per immagini fluide e dettagliate.

PIXEL 2 XL (3520 mAh) 

Il phablet di nuova generazione di Google è un piccolo capolavoro incompiuto in termini di batteria perché se fa il pieno di 7 ore di autonomia in 15 minuti, se può navigare sul web con schermo sempre acceso per mezza giornata (oltre 12 ore) in 4G, al tempo stesso ha la pecca di non offrire la ricarica wireless. Peccato minore, sia chiaro, ma per un top tra i migliori smartphone per batteria non si può non sottolineare. Per il resto è un eccellente esemplare con schermo 6 pollici Quad HD, SoC Snapdragon 835 con 4GB Ram e prestante fotocamera da 12 megapixel f/1.8.

SAMSUNG GALAXY S8 PLUS (3500 mAh)

I test sulla batteria posizionano Samsung Galaxy S8 Plus un gradino sopra il cugino Samsung Galaxy Note 8, confermando ancora una volta la bontà del phablet ufficializzato la scorsa primavera. Con un pacco da 3500mAh e un’ottimizzazione ben eseguita in fase di sviluppo, può reggere le due giornate con uso non troppo spinto e supporta anche la ricarica Wireless. Con design Infinity Display da 6.2 pollici Quad HD+ con bordi arrotondati, si avvale di un processore octa-core e fotocamera principale Dual Pixel da 12MP con apertura f/1.7.

ONEPLUS 5T (3300 mAh)

 

Per gli appassionati dell’ultima versione dell’ex-flagship killer, OnePlus 5T è uno smartphone moderno che dimostra quanto con una batteria non gigantesca si possa offrire un’autonomia soddisfacente e una ricarica rapida. Il pacco da 3300mAh regge la giornata intensa di stress e può fare raggiungere il 60% collegandosi mezzora alla corrente grazie alla tecnologia Dash Cam. La scheda annovera doppia fotocamera Sony da 16+20MP, schermo 6 pollici FHD, sblocco con impronta e viso e il caro e vecchio jack da 3.5mm.

IPHONE 8 PLUS (2675 mAh) 

Infine, iPhone 8 Plus che è il più duraturo dell’ultima generazione degli smartphone di Apple e occupa l’ultima piazza dei migliori smartphone per batteria. Pur avendo quella più piccina del lotto, il phablet sopravvive a conversazioni fino a 21 ore, esplorazioni del web per 13 ore e si ricarica del 50% in 30 minuti, supportando anche la modalità wireless. Con schermo 5.5 pollici FHD con tecnologia 3D Touch, è impermeabile (IP67), monta una doppia fotocamera sul retro da 12MP con grandangolo e teleobiettivo e il nuovo processore Apple A11 Bionic a 64bit.

  Aucun commentaire | Ecrire un nouveau commentaire Posté le 12-02-2018 à 09h41

 La batteria non funziona? Non cambiare telefono Alerter l'administrateur Recommander à un ami Lien de l'article 

Armati di telecamera nascosta abbiamo girato i negozi di telefonia, sia della grande che della piccola distribuzione. La batteria del nostro cellulare dopo due anni non funziona più, che fare? Quasi tutti i venditori hanno cercato di convincerci a cambiare telefono. Ma questa non è la soluzione migliore. Ecco perché.

Dopo circa due anni di utilizzo, la batteria del nostro cellulare inizia a perdere colpi. “È normale”, ci hanno detto in tutti i negozi di telefonia, sia piccoli che della grande distribuzione, in cui siamo andati. A detta dei rivenditori, infatti, le batterie non durano più a lungo come una volta. Che fare quindi?

Video Block

Obsolescenza programmata: che cos’è?

Esiste un trucco, una strategia di produzione che prende il nome di “obsolescenza programmata” e consiste nel costruire prodotti sempre meno resistenti, difficili da riparare o senza pezzi di ricambio, in modo da spingere il consumatore a cambiarli con più frequenza.

Quasi tutti i venditori hanno cercato di convincerci che era meglio cambiare il telefono piuttosto che comprare una batteria nuova. Ma questa non è la soluzione migliore. Sostituire il telefono, infatti, conviene solo se questo è di fascia molto bassa, cioè costa tra i 30 e i 40 euro o se è vecchio di 3-4 anni.

Se ti riconosci in una di queste due possibilità e stai cercando un telefono nuovo, usa il nostro servizio online: ti aiuterà a scegliere lo smartphone migliore per te.

SCEGLI LO SMARTPHONE GIUSTO

Sostituire solo la batteria: meglio per ambiente e portafoglio

Una batteria nuova originale costa in media 30 euro. Ancora meno quelle compatibili: circa 20 euro. In entrambi i casi si tratta di circa un decimo del costo del cellulare. E non sono nemmeno impossibili da trovare: senza dover girare un’infinità di punti vendita, basta andare su internet e cercare tra i tanti negozi online. Sostituendo solo la batteria si fa bene anche all’ambiente, evitando di produrre all’anno circa 280 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici e circa 430 tonnellate di altri rifiuti.

Come allungare la vita della batteria

Con gli accorgimenti giusti è possibile allungare la vita della tua batteria.

  • Limita i cicli di ricarica. Il telefono va caricato solo quando è davvero necessario e va staccato dal caricatore appena la batteria è completamente carica.
  • La luminosità del display incide molto sulla batteria: se non è al massimo puoi risparmiare dal 30% al 65%.
  • Navigare in internet con la rete 3G consuma la batteria in 3-4 ore: preferisci il wifi.
  • La navigazione GPS e la mail in funzione push, sempre attiva, sono le applicazioni che consumano di più.

  Aucun commentaire | Ecrire un nouveau commentaire Posté le 12-02-2018 à 09h37

 Lunga vita alla batteria del tuo cellulare Alerter l'administrateur Recommander à un ami Lien de l'article 

Ecco i truUno smartphone è un computer in miniatura con un’infinità di funzioni. Spesso bastano dei piccoli accorgimenti per prolungare la durata delle batterie, ed evitare di trovarti a secco proprio sul più bello (e magari quando sei lontano da una presa di corrente).cchi per far durare le batterie dello smartphone.

Uno smartphone è un computer in miniatura con un’infinità di funzioni. Spesso bastano dei piccoli accorgimenti per prolungare la durata delle batterie, ed evitare di trovarti a secco proprio sul più bello (e magari quando sei lontano da una presa di corrente).

Allungare la durata delle batterie significa dover rinunciare a qualche optional del cellulare

PUÒ DURARE DI PIÙ - C’era una volta il cellulare che faceva una cosa sola: telefonare. Negli ultimi anni abbiamo assistito a una rivoluzione nel settore mobile e gli smartphone sono diventati dei veri e propri computer in miniatura con collegamenti al web, fotocamere sempre più potenti e una miriade di applicazione da usare “on the road”. Anche le batterie sono migliorate per riuscire a star dietro a questi portenti, ma nonostante gli sforzi dei produttori, la durata è sempre meno di quello che vorremmo. Esistono però degli accorgimenti, a prescindere dal sistema operativo che usi sul tuo smartphone, che ti aiutano a prolungare la durata delle batterie.

VIBRANTE E LUMINOSO - Bluetooth, WiFi e GPS sono tutte funzioni utili, ma quando non ti servono è meglio disattivarle perché divorano energia. Se non sei nel raggio di azione di una rete wireless, per esempio, il tuo cellulare continua imperterrito a cercare una connessione: digli di smettere! Lo stesso vale per il Gps e il Bluetooth. Anche gli schermi super luminosi sono una gran bella comodità che paghi a caro prezzo. Se non hai degli evidenti problemi di vista, riduci la luminosità e, già che ci sei, diminuisci anche il “timeout” dello schermo in modo che si spenga automaticamente quando non lo usi dopo qualche secondo. Forse non lo sai, ma anche la vibrazione del telefono contribuisce a scaricare la batteria prima del dovuto. Non attivarla se non è strettamente necessario, ossia quando lo metti in modalità silenziosa.

VIA IL SUPERFLUO - Ci sono poi alcuni accorgimenti più da smanettoni. Mi riferisco in particolar modo alla rete cellulare. Tutti i modelli di ultima generazione supportano il 3G. Quando sei a corto di energia, o in una zona non servita dalle reti cellulari di ultima generazione, imposta la connessione su Gsm così eviti che il telefono continui a controllare se spunta il segnale di 3G. Inoltre, ricordati sempre di chiudere le applicazioni quando hai finito di usarle e verifica quelle che lavorano in modalità background a tua insaputa. Anche se è bello ricevere in tempo reale la notifica di un nuovo messaggio di posta elettronica o un feed da Twitter, per allungare la vita alla batteria ti conviene controllare manualmente l’arrivo delle varie news.

BOTTA DI CALORE LETALE - Le batterie di ultima generazione - agli ioni di litio e ai polimeri di litio - sono decisamente più efficienti e durano più a lungo di quelle al nichel (NiCd o NiMH) di qualche anno fa. Anche se con il passare del tempo perdono colpi, ed è assolutamente normale, puoi comunque fare qualcosa per mantenerle in salute. Il peggior nemico delle batterie più recenti è l’ozio, devi tenerle sempre in allenamento (ossia usarle), e il calore, quindi cerca di evitare di lasciarle sotto il solleone e se ti accorgi che scottano, estraile dal cellulare e falle sbollire un attimo.

  Aucun commentaire | Ecrire un nouveau commentaire Posté le 11-02-2018 à 09h27

 hello world Alerter l'administrateur Recommander à un ami Lien de l'article 

what a good day

  Aucun commentaire | Ecrire un nouveau commentaire Posté le 30-01-2018 à 10h53



SYNDICATION
 
Fil RSS 2.0
Ajouter  NetVibes
Ajouter  Google
Ajouter  Yahoo
Ajouter  Bloglines
Ajouter  Technorati
http://www.wikio.fr
 

Allzic en direct

Liens Commerciaux
L'information à Lyon
Retrouvez toute l'actu lyonnaise 24/24h 7/7j !


L'information à Annecy
Retrouvez toute l'actu d'Annecy 24/24h 7/7j !


L'information à Grenoble
Retrouvez toute l'actu de Grenoble 24/24h 7/7j !


Application Restaurant
Restaurateurs, demandez un devis pour votre application iPhone


Fete des Lumires
Fête des lumières : vente de luminaires, lampes, ampoules, etc.


Diffuseur
Acheter un diffuseur d'huiles essentielles

Votre publicité ici ?
  Blog créé le 30-01-2018 à 10h50 | Mis à jour le 12-02-2018 à 09h43 | Note : Pas de note